not follow

DISABLE RIGHT KEY

sabato 3 settembre 2016

37 flashcards gratis per ripassare le tabelline essenziali (PDF download)



Presi dall'entusiasmo dopo aver verificato la reale efficacia del ripasso dei verbi grazie alle flashcards (schede autocorrettive) che avevamo preparato io e il Pulce sull'analisi grammaticale dei verbi, ci siamo resi conto lo stesso strumento di memorizzazione sarebbe stato davvero utile per ripassare anche le tabelline.




Quindi eccoci qui, con pronto il file da scaricare con 37 flashcards per ripassare le tabelline "essenziali", come diceva alla scuola primaria la maestra di matematica del Pulce.
Si tratta in tutto di 4 facciate A4, quindi 2 fogli A4 da stampare fronte-retro:





Le ho fatte da me perché quelle trovate in rete, da cui mi sono ispirata e che sono pure molto duttili, sarebbero state troppe, tutte da incollare. Poi mi avrebbero fatto usare un sacco di carta.

Inoltre avendo già pronta le tabelle di base per creare i files, l'inserimento dei contenuti - una volta decisi - è un procedimento noioso ma rapido.

Ho chiesto al Pulce come selezionare il materiale da ripasso e lui stesso mi ha suggerito di limitare le moltiplicazioni a quelle "essenziali", seguendo un ragionamento che, nella mia ignoranza, ho compreso maggiormente leggendo un post sul blog Matematomi di Sofia Sabatti.

- NON CI SONO QUINDI: la tabellina dello 0, dell'1, del 10, dell'11

- CI SONO schede uniche per le tabelline con fattori diversi, che riportano le due moltiplicazioni con fattori invertiti.

Consiglio di leggere il mio post precedente sul tema flashcards per suggerimenti sulla stampa e sull'uso del materiale per studiare con metodo.

Forse aggiungerei in questo caso che per alcuni potrebbe essere utile allenarsi dividendo per "tempi di risposta" le pile di carte: veloci (SI, lepre) - medie (NI, paperella) - troooooppo lente (NO, lumaca), per poi soffermarsi a ripetere e riprovare soprattutto quelle degli ultimi due gruppi.
Per verificare che il Pulce sapesse bene le tabelline indipendentemente dall'ordine dei fattori, mi ha chiesto di aiutarlo nel gioco, leggendogli alternativamente la prima moltiplicazione o la seconda. Anche questo è servito.

Per sdrammatizzare un po' ho preparato per il Pulce una "tavola da ripasso" usando dei disegni che Sybille ha preparato per il nostro calendario 2017.


In alternativa si potrebbero usare delle vecchie figurine di animali. Ad esempio la sfida potrebbe essere di tenere a digiuno il bradipo!!

Ed ora vediamo un po' cosa ci ricordiamo... e quanto siamo veloci!!

100 flashcards gratis per ripassare l'analisi grammaticale dei verbi italiani (PDF download)

Per ripassare un po' i verbi prima di iniziare le medie ho proposto al Pulce di preparare delle flashcards che potesse usare autonomamente, anche nei ritagli di tempo.



Le flashcard sono la rappresentazione, cartacea o elettronica, di un set di informazioni. In genere, ognuna di questa carte conserva la rappresentazione dell'informazione sul dorso e dall'altra la sua descrizione. [Wikipedia]

In base a studi scientifici sembra proprio che le flashcards, o schede autocorrettive, siano un modo efficace per studiare!

COME LE ABBIAMO FATTE

Ho pensato che il fatto stesso di dover selezionare i modi-tempi-persone dei verbi su cui esercitarsi e scrivere le schede sarebbe stato un modo per riprendere in mano il noioso argomento in modo un po' più creativo, per cui ho coinvolto direttamente il Pulce e ci siamo messi al computer.

Prima di lasciare a lui la tastiera ho impostato il lavoro e deciso come effettuare il ripasso: per ogni coniugazione ho chiesto al Pulce di scegliere dalle schede presenti sul suo libro della primaria 20 forme verbali come esempio, il più possibile rappresentativi dei vari tempi, modi e persone.
In tutto sarebbero stati 100!


Ho quindi preparato dei fogli A4 con il software di videoscrittura open source LibreOffice Writer ed in ognuno ho inserito una tabella con 7 righe e 2 colonne.
Abbinando i fogli a 2 a 2 ho lasciato il primo foglio bianco, per ospitare la forma verbale, ed ho colorato lo sfondo del secondo foglio, quello con le "risposte", cioè l'analisi grammaticale, in modo che stampandoli fronte retro sarebbero concise sulle due opposte facce di ogni scheda.




In questo modo le flashcards si possono riordinare più facilmente ed usare per ripassare anche partendo dalla "risposta" (lato giallo) ...


...per risalire poi alla forma verbale (lato bianco).


Il Pulce si è messo sotto, abbiamo diviso il materiale in base alle 5 coniugazioni, strutturato in modo ripetitivo l'ordine delle forme verbali per ogni serie e poi lavorato un po' di SELEZIONA, CTRL+C e CTRL+V per velocizzarci il lavoro.

Dopo un pomeriggio abbiamo avuto pronto il tutto, stampato in modo casalingo su semplice carta da stampante, per essere ritagliato, un'ultima correzione e il doveroso test..
.. ed eccoci qui per la condivisione:


Il materiale può essere economicamente stampato fronte retro in bianco e nero su 20 fogli A4 come abbiamo fatto noi, e poi ritagliato lungo le linee. Non c'è bisogno di colla.

Per una resa migliore consiglio però di stampare il materiale su cartoncino e con le pagine pari a colori, magari pure plastificando i fogli prima di ritagliarli in schede.
Non sarebbe male poi forare le flashcards in un angolo per tenerle ordinate in un anello, o trovar loro una scatolina adatta per conservarle ed usarle alla bisogna. Noi l'abbiamo fatta così:




Il Pulce è stato contento di imparare qualche trucchetto di videoscrittura e si è sentito importante nel creare del materiale che potrà tornare utile anche ad altri ragazzini (o a qualche coraggioso studente di italiano!!!) per un veloce ripasso della analisi grammaticale dei verbi.


CONSIGLI PER L'USO

Queste cards, nell'insieme, non comprendono quindi tutte le forme verbali per ogni coniugazione ma solo degli esempi rappresentativi e sono pertanto adatte solo ad un RIPASSO.

Ci si "interroga" e dopo ogni risposta si dispone la schedina sul tavolo davanti a noi in base al criterio: "La so?!?": SI, NI, NO. Noi abbiamo visualizzato le tre pile di schede con il metodo del "semaforo", usando il verde, il giallo e il rosso  per rappresentare il grado di memorizzazione.
Dopo una prima tornata si ripongono subito nella scatola le schede della pila SI/verde, si rimescolano le altre e si ricomincia.
Meglio prima analizzare le risposte NO, per capire se ci sono argomenti da ristudiare del tutto o strategie di memorizzazione specifiche da applicare: la parola participio, per noi ad esempio, dopo essere stata associata al concetto di partire (che non c'entra, ma il suono è quello), è stata subito più accessibile alla mente.
Rapidamente si riempirà di nuovo la pila verde, e basteranno poche tornate per aver svuotato completamente le pile gialla e rossa, in una aspra sfida con se stessi.
Alla fine, una ENORME soddisfazione!



Per uno studente in fase di primi approcci con l'argomento consiglio invece di tenere separati i fogli per ogni coniugazione, in modo da usarli per esercitarsi nello studio dopo aver affrontato sistematicamente una coniugazione alla volta su delle tabelle complete.
Solo alla fine quindi mescolare le carte per un esercizio di memoria più completo.


Ovviamente nulla vieta che partendo una forma verbale pescata a caso dal "mazzo" si parta a coniugare a memoria tutto il modo/tempo che è capitato.

NEWS: sono pronte anche le 37 flashcards per ripassare le TABELLINE "essenziali", da scaricare gratis.

ALTRO MATERIALE IN RETE

In rete è disponibile in rete molto materiale di approfondimento sul metodo di studio delle schede atuocorrettive. 
Attualmente ci sono softwares gratuiti che permettono di creare e condividere flascards personalizzate, senza doverle stampare ma per sfogliarle "a video", con pc, tablet, smartphone...

un articolo in italiano con qualche buona fonte di flashcards già pronte.
Infografica sull'argomento (University of London, in inglese)
- Flash cards di matematica gratis da scaricare
- Flash Cards per l'apprendimento della musica. Da comprare o... per prendere ispirazione ;-)
- spiegazione del metodo di studio (in inglese)


Buon ripasso, e se trovate errori segnalateceli per favore!!!!

giovedì 1 settembre 2016

Etichette o ex libris? I nuovi disegni di Sybille da scaricare, stampare e.. usare!



Il Cic ha una fortuna sfacciata e nemmeno se ne rende conto, secondo me.
Come augurio per l'inizio dei suoi studi ("ufficiali", bisogna dire, perché come lettore ed appassionato di storia e geografia se la cava già alla grande) la nostra amica Sybille gli ha regalato una raccolta di etichette disegnate da lei per personalizzare le copertine dei suoi quadernoni. WOW!



Scartiamo il pacchettino: stra-WOW! Ma sono troppo belli, simpatici e divertenti questi disegni, ognuno con la sua "cornicetta" a tema!

bigliettini disegnati da Sybille in bianco e nero, originali
In realtà Sybille vuol fare un regalo a tutti, così insieme prepariamo due files PDF da scaricare e stampare gratis (QUI), per poi colorare e usare.. a piacere!

La prima pagina degli ex libris-etichette di Sybille. Ovviamente il logo del mio blog, come si è capito, è messo accanto al suo per brillare di luce riflessa ;-).

Pronti i files, si possono creare tutte le etichette che si vogliono, anche quelle per il Cic.

Prima ho fatto le prove di stampa su vari materiali, e le prove colore.


Come si può vedere ho stampato anche una versione decisamente Sybillosa su carta da pacco e sto pensando di usarla per etichettare delle marmellate fatte in casa, o del miele.
Mi ispirano dolcezza, insomma. Credo che le stamperò ingrandite, però, per poterle colorare meglio con le matite colorate!

Dando per scontata la stampa su carta adesiva, ho provato anche la stampa su cartoncini, e su carte per acquerello, per rendere maggiormente l'effetto ruvido ed elegante degli originali, ma la mia stampante laser non ha gradito l'esperimento.

Ho trovato infine un compromesso, per una maggiore consistenza del supporto senza fare impazzire la stampante, usando carta da disegno liscia.
La versione su carta bianca funziona: per il colore su bianco ho preferito dei pennarellini a punta molto sottile, date le dimensioni minuscole delle illustrazioni.


Già che userò io stessa queste etichette anche come ex libris, ho cominciato a fare qualche prova.. 

...ovviamente la mela del riccio non poteva che essere blu!
Ma era ora di dare forma alle ETICHETTE per le copertine dei quadernoni del Cic.

Di colori obbligati, non abbiamo potuto usare le copertine di tessuto cucite da Chichi, che terremo per i prossimi anni, ma a modo nostro le copertine di plastica avranno comunque un tocco artistico, per far nascere un sorriso (e questo è uno dei miei consigli per iniziare bene il nuovo anno di scuola).

Ecco come ho fatto per ritagliarle: ho preso una etichetta standard e ne ho ricavato la forma in negativo ritagliandola da un cartoncino, per usarla come maschera.



Centrando i disegni di Sybille nella mia maschera, ne ho definito i contorni con una matita, per poi ritagliarli.


L'etichetta è pronta per essere scritta e colorata dal Cic (quando avrà l'ispirazione!!).


Ho provato anche a ritagliare qualche forma libera, prendendo ispirazione dai modelli di etichette disponibili in rete.

Ad esempio, come etichetta segna cannuccia questi cartoncini non sono affatto male!


E' il momento di richiudere delicatamente il prezioso regalo di Sybille (ma solo in attesa della prossima ispirazione!) e di andare a curiosare come Sybille stessa ha utilizzato i mini disegni..

Aspettiamo anche le foto delle vostre creazioni con le etichette - ex libris - eccetera! Condividete!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...