not follow

DISABLE RIGHT KEY

mercoledì 22 marzo 2017

"Il gioco dei nostri pesci di lago e di fiume" da scaricare gratis per celebrare la Giornata Mondiale dell'Acqua


Oggi in tutto il mondo è la Giornata Mondiale dell'Acqua.


Per celebrarla la mia amica Sybille mi ha proposto di creare insieme un gioco da scaricare gratuitamente per conoscere i pesci che vivono nelle acque dolci vicino a noi.Perché chi li conosce li ama, e che li ama rispetta loro e il loro ambiente... .....L'ACQUA!!!



E così ecco qui un sacco di materiale didattico scaricabile gratuitamente: ci si può giocare e imparare mentre si gioca!

In questo post troverete:

1- una pagina di adesivi-pesce colorati e curiosi, da attaccare dappertutto per far conoscere agli amici i pesci che vivono nelle acque attorno a noi

2 - due libretti pieni di informazioni sui pesci e sull'ambiente del fiume

3 - un gioco didattico completo, con carte e indizi. 




IL GIOCO
"Il gioco dei nostri pesci di lago e di fiume"

I fiumi e i laghi sono di tutti noi! 

 
Scopo del gioco

Conoscere meglio i pesci delle acque interne italiane, per poter apprezzare e rispettare il loro ambiente.


Età dei giocatori: 

 6-99
Materiali:


-20 carte che descrivono altrettanti tipi di pesci che vivono nella acque dei laghi e dei fiumi italiani.
Ogni carta fornisce l'illustrazione e le informazioni di base sul pesce.

- tante piccole "carte indizi".

- 2 libretti ("minibook pesci" e "minibook fiume") con informazioni più approfondite sugli argomenti, trattate in modo sintetico ma sistematico.


Come si gioca:

All'inizio del gioco ogni giocatore riceve 6 carte e le dispone ben visibili davanti a sé.
A turno si pesca una carta dal mazzo "indizi" e la si legge a voce alta, mostrandola agli altri giocatori.
Ogni giocatore controlla tra le carte che ha in mano: il primo a trovare tra le sue una carta che corrisponde all'indizio, la scarta e dice a voce alta il nome del pesce. 
Vince chi per primo ha messo da parte tutte e 6 le sue carte.


Suggerimenti: i più esperti (che non stanno giocando) possono aiutare i meno esperti a scegliere velocemente la carta giusta! 
Inoltre, se siete in 4, potete distribuire 5 carte a testa. Invece se siete in due e conoscete bene il gioco, potete aumentare il numero di carte che riceve ciascuno!

Tempo necessario:

Quanto si vuole! Una partita potrebbe richiedere da 2 a 10 minuti; come molti altri giochi di carte, però, si possono giocare più partite di fila!



Preparazione del gioco:

Stampate il materiale: carte e indizi.
Io ho usato della carta pesante da 160 g e mi sono trovata bene, altrimenti stampate su carta normale e incollate le carte su un cartoncino rigido.
Potete stampare gli indizi su carta di un colore vivace.

Ritagliate carte e indizi.

Colorate in modo realistico le illustrazioni dei pesci copiando da qualche foto...
...oppure scegliete gli stessi colori che ha usato Sybille per preparare la pagina di "pesci-adesivi".

Se volete, stampate e montate i due libretti informativi secondo le istruzioni. I minibook vi possono aiutare a capire meglio il significato degli indizi e i simboli presenti sulle carte.


DOWNLOADS GRATIS

adesivi https://goo.gl/jDb2Ix
 (scaricare e stampare a colori, su carta normale o adesiva)
Immagine che corrisponde al file, con uno sfondo chiaro per migliore contrasto in fase di stampa.
 
carte indizi https://goo.gl/QcBl8p



carte pesci https://goo.gl/kFQkZu


istruzioni per minibooks https://goo.gl/fTGLws

minibook fiume https://goo.gl/O3NTg7

minibook pesci https://goo.gl/fRJXDr



LA NOSTRA ESPERIENZA 

Inizialmente pensavo che questo gioco, per le parole "difficili" che contiene, fosse più adatto a mio figlio di 11 anni rispetto a quello di 7; invece lui è già un abile e veloce lettore ed è quello della famiglia che ha più apprezzato il gioco, per la sua velocità e per la mescolanza di elementi di fortuna con elementi di abilità/conoscenza.

Io ho reso più "completo" il gioco raccogliendo tutto il materiale in una scatola delle dimensioni adatte (com'erano buoni i cioccolatini!!) e decorandola con gli adesivi-pesce di Sybille. Così è proprio un gioco "vero"!


Nel creare questo materiale la cosa che ho preferito sono stati i minibook. Difficile sintetizzare tutte le informazioni in un formato super tascabile. 
Ma poi fantastico montarli in un attimo: proprio una gran bella scoperta!


 INFORMAZIONI E RINGRAZIAMENTI


Il materiale sopra proposto è stato prodotto e condiviso dalle autrici in celebrazione della Giornata Mondiale dell'Acqua e costituisce uno degli eventi elencati sul sito dedicato.
  


Il materiale prodotto dalle autrici è coperto da licenza Creative Commons:


"Il gioco dei nostri pesci di lago e di fiume" è ispirato al gioco "Quick Six" creato da Ellen J McHenry.                        

Tutte le illustrazioni sono ad opera di Sybille Tezzele Kramer. Rimando al suo blog per leggere la sua presentazione del materiale e i suoi suggerimenti.

Io stessa ho tratto e adattato i testi delle carte, degli indizi e dei libretti  a partire dall'articolo "La fauna ittica dei corsi d’acqua italiani" di Sergio Zerunian, a cui va un grande ringraziamento perché mi ha aperto un mondo altrimenti a me totalmente sconosciuto.
Inoltre ho usato abbondantemente il preziosissimo Wikipedia per approfondire i singoli argomenti.

I caratteri utilizzati nel materiale sono:
- DejaVu Serif
- Flowerchild (di Marty Bee)
    

Post Scriptum
    1 - Ieri qui è arrivato un piccolo pacco con un tessuto molto morbido, dai colori vivaci: ma sì! il pesce autoctono e il pesce alieno!

Grazie mille, Sybille! Il piccolo di casa si è subito innamorato del cuscinetto double-face che gli ho cucito e stanotte il pesciolino ha già dormito in un lettuccio caldo!

 
    2 - Non ho nessuna velleità di essere un'esperta in biologia né sono pescatrice. Se qualcuno si accorge di informazioni errate nel materiale (tendendo conto dell'estrema sintesi e semplificazione che ho dovuto apportare, ovviamente), è invitato a comunicarmelo! Grazie!

    3 - Ho deciso di non correggere un errore di battitura che già abbiamo scovato nella miriade di carte "indizi". Chi sarà il primo a trovarlo?!?!😉
17.00: è stata Giulia Paracchini! Che tra l'altro ci dà un ulteriore suggerimento. Si possono incollare sul retro delle carte-pesce gli adesivi con i pesci colorati corrispondenti, così chi indovina più controllare ribaltando la carta. Grazie Giulia!

 

mercoledì 8 marzo 2017

Le passeggiate sul fiume. Pensieri sulla Giornata Mondiale dell'Acqua.

foto di Daniele Grosso
Mi piace molto camminare nella natura.
Mi ricarica, mi dà pace, mi meraviglia.
Anche in inverno, approfittare del momento più tiepido di una domenica soleggiata, andare, e camminare sulle foglie secche dei platani, esplorare.
Ci vogliono gli alberi, sicuro. E quindi ci vuole l'acqua.


Dove abitiamo la pianura è stata da secoli spogliata degli alberi.
Larghe distese di campi coltivati, ordinati pioppeti, sono una caricatura della natura, niente di più lontano.
Dobbiamo dunque seguire il fiume, l'unica forza indomabile, sinuoso serpente che traccia il proprio alveo nel territorio con lenti spostamenti, anno dopo anno, piena dopo secca dopo piena.
Solo qui il nostro ambiente ha ancora il sapore di selvatico. Le rive ospitano alberi e arbusti, piante invadenti, rami spezzati, tronchi ormai morti e tarlati.
Li scavalco o mi inchino per passare. Tra le erbacce si snodano i percorsi delle nutrie, che provo a seguire come sentieri, dove il sentiero non c'è più.
Percorrere una lunga ansa lungo una scarpata o sulla sabbia fine è una passeggiata sempre nuova, un poco avventurosa.

Ecco, quando penso all'acqua, penso al nostro fiume. Indomito, resiste.
I rifiuti depositati sulle rive, i brandelli di plastica che lugubremente penzolano sui rami spogli delle rive, sono uno sfregio.
Eppure è ancora l'unica linea imprevedibile sulla mappa, il territorio in perpetuo mutamento, una striscia verde preziosa di vita.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...