not follow

DISABLE RIGHT KEY

lunedì 10 novembre 2014

Venerdì del libro: James Gurney, Dinotopia ed il linguaggio segreto dei dinosauri

File:Dinotopian script.svg

Che tipo, James Gurney! 

Image of James Gurney



James Gurney è un celebre artista che ha saputo contaminare la paleoarte più scrupolosa (ha per anni creato illustrazioni scientifiche per National Geographic Magazine) con la fantasia più sfrenata, fino a fondare un vero e proprio Nuovo Mondo: Dinotopia. Provate a farci un salto:



Dinotopia è un luogo utopistico fittizio creato dall'immaginazione dell'autore e illustratore James Gurney.
Il nome significa sia "paese dei dinosauri" sia "posto terribile", poiché in greco δεινός (deinos) significa terribile mentre τόπος (topos) significa posto. 
Sull'isola nascosta di Dinotopia gli esseri umani e i dinosauri vivono e lavorano insieme in armonia, salvo per i pochi predatori che vagano per la terra. È un posto che possiede ancora quell'armonia e quella bellezza che sono stati persi dal resto del mondo.
Dinotopia è nata con lo scopo di illustrare l'omonimo libro per bambini: una terra rimasta invariata dal tempo.                                  (wikipedia)
 James Gurney è un anche un blogger generoso, che descrive le sue scelte tecniche e le sue ricerche creative in una sorta di diario di viaggio nel realismo immaginario (imaginative realism): Gurney Journey. Si parte dal blog, e scopre tutto un mondo, fatto di video, libri scritti in collaborazione, adattamenti cinematografici..


immagine tratta da uno dei post che tratta le origini di Dinotopia

A me soprattutto piace, nel blog, la raccolta di post in cui Gurney racconta le origini di Dinotopia, di come è nata l'idea e di come via via è riuscito ad aggiungere i particolari della vicenda e dell'ambientazione che contribuiscono, insieme al fascino dell'illustrazione, a rendere così caratteristica Dinotopia, le sue genti e i suoi costumi.

Ci ha colpiti in particolare il racconto della nascita della lingua dei dinosauri:
"Nel corso delle mie ricerche per scrivere il libro, ho visitato le notevoli piste di orme di dinosauro nel Connecticut centrale. Mi hanno ricordato la scrittura cuneiforme dell'antico Medio Oriente, che alcuni tra i primi esploratori scambiò per orme di uccello su tavolette d'argilla. Ho scolpito uno stampo di orma da una gomma per cancellare rosa. Ruotando sistematicamente le orme a tre dita, ho inventato l'alfabeto di orme, che avrebbe permesso ai dinosauri una forma non verbale di comunicazione."
Eccone l'alfabeto:


Subito il Pulce e il suo amico Dade hanno provato a copiarlo con la matita e a scriversi messaggi in codice-dinosauro. Chissà come saranno state contente le maestre!
Uh! ci sono anche i font in dinotopiano, in rete.., quasi quasi mi viene un'idea per il prossimo biglietto di auguri per il compleanno di Dade...


immagine tratta da qui

Dedico questo post a Daniele che ci ha regalato il libro facendoci entrare in un altro mondo, alla famiglia Kramer e alle sue mappe, a Esse e Cì, e a tutti coloro che seguono il Venerdì del Libro e hanno un debole per dinosauri e cose così.

14 commenti:

  1. oh ma che cara, una dedica per noi! Quando torna da scuola le faccio leggere il post :) Interessantissimo, grazie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. figurati! quando si parla di dinosauri... ;)

      Elimina
  2. Non lo conoscevo e un po' me ne pento, era perfetto da usare nella fase dinomania del primogenito, vedrò di recuperare, con questo post c'è da perderci tutta la giornata a inseguire tutti i link, bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non ha avuto da noi lo stesso seguito che ha in patria (addirittura mostre delle illustrazioni originali in musei, film e serie tv).. io lo conosco solo perché mio fratello si è ricordato di averlo letto in biblioteca da piccolo e che gli era piaciuto. Secondo me è adatto a ragazzini non troppo piccoli, tipo fine elementari.. se sono ancora in fase dinomania ;)

      Elimina
  3. Wow! Credo che sarà un regalo perfetto per i miei piccoli!
    Bel post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! prima guardatelo bene però, perché forse è adatto al tuo piccolo meccanico, più che altro..
      bacio!

      Elimina
  4. Il piccoletto di casa ama i dinosauri da sempre... la sua sorellina ha iniziato ad apprezzarli ora, pur essendo più grande, perchè li sta studiando a casa... sono certa che il libro piacerebbe ad entrambi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la storia è creata come un diario di esplorazione, come quello di un naturalista. I disegni sono magari un po' vecchio stile, ma affascinanti!

      Elimina
  5. Intrigante...Ma come si fa? Io i libri li comprerei tutti, peccato che il mio portafoglio non sia d'accordo :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione! per fortuna ci sono le biblioteche e.. i libri usati! ;) I miei bimbi ormai sono abituati e cominciano a riconoscere quanto in un certo senso sia ancora più prezioso un libro che ha fatto un viaggio speciale, anche nel tempo, per arrivare fino a loro.

      Elimina
  6. Oh sí, questo libro ci ha accompagnato durante i periodi dinosaureschi... ;)))
    un bacio,
    Sybille

    RispondiElimina
  7. Questo tipo è davvero intrigante. Con calma mi andrò a leggere il suo blog.
    Gran chicca oggi!

    RispondiElimina
  8. il sito è ricchissimo! Contenta che ti sia piaciuto il suggerimento! ciaoooo

    RispondiElimina

I commenti che mi lasci restano qui, arricchendo il post e questo spazio di condivisione

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...