not follow

DISABLE RIGHT KEY

domenica 8 luglio 2018

La maglietta semplice con lo stemma dell'Uruguay DIY

I Campionati Mondiali di Calcio hanno una grande giovane tifoso nella nostra famiglia, che non vorrebbe perdersi una partita ma soprattutto vorrebbe sempre tifare per i vincitori ;-)

C'è stato un breve momento di infatuazione per la squadra dell'Uruguay e allora, complice l'estate e il suo tempo più dilatatato, una provvidenziale maglietta azzurro carta da zucchero e una vecchia collezione di colori per stoffa ancora efficiente, abbiamo deciso di ricreare la maglietta con lo stemma dell'Uruguay, semplice semplice, fai ai da te.

Maglietta Uruguay Ufficiale Mondiali Russia 2018


Da internet ho presto lo stemma in versione grafica, vettoriale, per avere una base molto essenziale.


Con GIMP ho ricavato solo i contorni e così ho potuto fare una stampa in bianco e nero su carta normale.


Abbiamo rubato dal materiale di seconda media un rettangolino di carta carbone e preparato la maglietta ben distesa su un cartoncino rigido, fissata con delle grandi graffette.
Ho quindi posizionato il disegno sopra la carta carbone, e ho attaccato il tutto sulla maglietta, per poi far ripassare tutte  le linee, con un tratto ben calcato dal futuro proprietario della maglietta.

Purtoppo ci voleva più energia e una pena più appuntita, così ho rapidamente rifatto il lavoro e l''ho completato con i colori per stoffa.





Altrimenti i Mondiali sarebbero finiti e noi sarmmo stati ancora lì a metà progetto. E ciò sarebbe stato piuttosto frustrante.

Insomma ho usato pennarelli per stoffa, per il giallo il rosso il nero a linea larga e l'azzurro. Non molto coprenti a dire il vero. Poi ho dato il bianco con un bel colore tirato a pennello, finito il giallo aggiungendo provvidenziali brillantini dorati, sempre a pennello, e sistemato la scritta rossa con un indelebile a punta finissima, Non avevo pennellini adatti a portata di mano.



Insomma ecco. Il nostro progetto è finito, non perfetto ma rapido e indossabilissimo.

E intanto io e Sybille, per chi lo stesse aspettando, stiamo completando il Calendario Home-Scolastico 2018-2019. Un'altra esperienza molto istruttiva!



mercoledì 13 dicembre 2017

CALENDARIO 2018 da scaricare e stampare GRATIS


Io e l'amica-artista Sybille T.Kramer, come ogni anno, proponiamo ai lettori un calendario mensile in bianco e nero, molto essenziale, per essere appeso in cucina ed essere completato con tutti gli appuntamenti della famiglia. 


Aggiungendo COLORE!


Il Calendario 2018 è stato interamente scritto e illustrato a china da Sybille con strani personaggi che sono sgorgati dalla sua fantasia durante la manifestazione Inktober. Per questo si chiama InkCalendar! (Io ho curato la parte grafica - GIMP).


Insieme ai lettori, con un piccolo sondaggio su FaceBook, abbiamo scelto le illustrazioni preferite tra le 31 create da Syibille e le abbiamo inserite in fondo ad ogni mese, belle grandi, per poterle colorare con più estro.


Chi vuole può ancora scaricare il "poster" con tutte le illustrazioni originali: sono molto ispiratrici! 



Sul calendario, da quest'anno, i nomi dei mesi e dei giorni sono scritti in ben 6 lingue! Italiano, tedesco, inglese, francese, spagnolo e... portoghese!


Tutto il materiale è prodotto dalle autrici ed è coperto da licenza:

Creative Commons BY-NC-SA 
(Attribuzione - Non Commerciale - Condividi allo stesso modo)

InkCalendar fa parte di una serie di progetti creativi messi a disposizione da noi due blogger per il puro piacere di condividere bellezza e imparare insieme.

I caratteri utilizzati per questo progetto sono Sans e Asparagus Sprouts
Il font del poster è invece CdW_Corsivo Italic.

ISTRUZIONI PER LA STAMPA

- 13 pagine
- carta bianca A3, formato verticale, per avere tanto spazio per scrivere e disegni grandi da colorare. In questo caso secondo me sarebbe bellissima una stampa su carta ruvida.
Per un utilizzo "di servizio" va benissimo anche una normale stampa A4 casalinga
- in bianco e nero
- una sola facciata
- rilegare con una piccola spirale metallica.

Per appendere eventualmente usare una graffetta aperta a metà, infilata al centro della spirale metallica e poi sul chiodo nel muro.

ALTRI SUGGERIMENTI


  • Perché non provare a colorare gli strani personaggi con le chine colorate, invece che con i soliti pennarelli o pastelli?
  • Alla fine del mese si può anche ritagliare il disegno e farne quello che si vuole 
  • Perché non dare ai personaggi un buffo nome ed inventare una storiella, o una filastrocca, una poesiola o un raccontino? Lo si può scrivere nello spazio accanto al personaggio o sul retro del calendario!
  • Ecco ad esempio quella sgorgata dalla mente del Pulce, per il personaggio "Rossino" (n°15):

Il simpatico Rossino
con tazza e cucchiaino
nel latte navigava
ma un po' se lo beveva
  • Accanto all'illustrazione si può mettere una frase ispiratrice, magari esercitandosi con pennino ed inchiostro, colta citazione o frutto della nostra mente, per farci accompagnare per tutto il mese dallo spirito giusto!
Buon divertimento e Buona S.Lucia!

venerdì 1 dicembre 2017

Calendario 2018: lavori in corso. Aiutateci a scegliere le illustrazioni per i mesi!


Ad ottobre Sybille ha disegnato tanti strani personaggi, uno al giorno, con inchiostro e pennino.
Ora questi pazzi disegni diventeranno i protagonisti del calendario 2018 che stiamo preparando: ma sono tutti fantastici, non sappiamo quali scegliere!!

Poster degli strani personaggi

Aiutateci a scegliere le illustrazioni per i 12 mesi del 2018, partecipando al sondaggio sulla pagina dell'evento entro venerdì 8 dicembre:



Se poi vorrete regalarci qualche sorriso trovando i nomi adatti per ogni personaggio, vi saremmo molto grate!

Il poster con tutti gli strani personaggi è liberamente scaricabile, così ve lo potete stampare e lasciarvi cogliere dall'ispirazione!


A presto!

Il nostro calendario 2018 sarà pubblicato sui nostri blog il 13 dicembre e sarà, come ormai ogni anno, scaricabile gratuitamente.

martedì 21 novembre 2017

Le avventure di Pongo: zoocoria

Io e il nostro cucciolo Pongo, che ormai ha nove mesi e un bel pelo invernale che gli crea uno scaldacollo morbidissimo in cui è fantastico affondare le mani...

... dicevo...

io e Pongo abbiamo una passione in comune, quella di fare passeggiate avventurose ed esplorazioni delle macchie incolte, preferibilmente lungo le rive del fiume.

Nessun sentiero porta qui
Quest'uso ci ha avvicinati in diversi modi, oltre a rendermi più consapevole dell'esistenza della zoocoria.

Ci avvicina il fatto di passare delle belle ore nella natura a fare finta di perderci, potendo contare solo l'uno sull'aiuto dell'altra, e viceversa, ma anche la lunga fase successiva, in cui mi accuccio vicino a lui, spaparanzato su un asciugamano, per fare grooming.
Una necessità, ma anche un modo di fare pace, quando mi fa arrabbiare.

Pongo non ha nessun parassita, ci mancherebbe. E' solo che dove andiamo noi ci sono tante erbe che usano il pelo del mio cane per diffondere i loro semi.

Zoocoria: dispersione dei semi o dei frutti delle piante a opera di animali.

Zoocoria epizoica: i semi o i frutti, attaccatisi al vello degli animali mediante uncini o sostanze vischiose, vengono poi dispersi quando, per sfregamento o per altre cause, si staccano e cadono al suolo. Quest’ultima disseminazione viene anche detta eriofila.
Così faccio regolarmente una ravvicinata e approfondita conoscenza con maledetti affari spinosi, di varia foggia e misura, che mi tocca levare uno a uno dal pelo di Pongo dopo ogni passeggiata.

Ve ne presento alcuni:

- ecco a voi la NAPPOLA ITALIANA, Xanthium italicum , ma anche la BARDANA, Arctium lappa,


Foto fatta al Museo di Storia Naturale di Venezia


 

che pare abbia ispirato l'invenzione del velcro ed è praticamente identica ai Bunchems.


- ed ecco la NAPPOLA DELLE SPIAGGE (a dire il vero conosciuta al mare - che male!) Cenchrus incertus

Foto fatta al Museo di Storia Naturale di Venezia

e la maledetta ERBA MEDICA MARINA, Medicago marina, sempre una nemica insidiosa nelle spiagge selvagge.

Di Roger Culos - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=31379577


immagine tratta da qui


E poi ancora la LAPPOLINA CANARIA, Torilis arvensis, che qui in campagna è ovunque.

e infine la più incredibile e insidiosa, una specie di micro forcina uncinata, di cui fino ad ora ho visto solo i semi e mai riconosciuto, in autunno, la pianta intera: la FORBICINA PEDUNCOLATA (credo), Bidens frondosus.

immagine tratta da qui

 Certo che da guardare al microscopio deve essere bellissima.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...