not follow

DISABLE RIGHT KEY

lunedì 10 ottobre 2011

Una crema spalmabile con la soia gialla (ricettina LIGHT)

Nel piatto c'era una fetta di pane, sul pane della crema spalmabile di soia gialla. E anche nel vasetto.

Che schiappa che sono con i post culinari.. non ho fatto neanche in tempo a preparare tutto per la fotografia che me l'ero già mangiato.. D'altronde non so neanche come mi sarebbe riuscito di dare un'aria appetibile ad una roba cremosa e marroncina. Però sta roba era proprio buona, per cui mi voglio ricordare come l'ho fatta.

A nessuno capitano i raptus salutisti? A me ogni tanto. Devo dire che ho imparato a tenerli a bada, ma i molti anni di vegetarianesimo e le connesse sperimentazioni culinarie ormai un po' mi hanno segnata, per cui può capitare che un sacchetto di semi secchi di soia gialla finisca tra la mia spesa. La domanda, dopo un po' che lo vedo in dispensa, si pone: che farne?
L'ultima volta, quella della crema spalmabile, volevo prendere spunto da una pagina di ricette sulla soia ma poi mi sono arrangiata con quello che avevo in casa. Chissà qual'è il nome ufficiale di questa ricetta..
Ho bollito in pentola a pressione i miei semi di soia dopo averli messi a bagno un giorno e una notte.


 Un po' li ho messi in congelatore e un po' li ho messi in un bicchiere da frullatore con qualche cucchiaio della loro acqua. Ho aggiunto dell'olio di oliva extravergine, qualche foglia di timo e di rosmarino ed ho frullato.
Dopo aver assaggiato ho aggiunto un pizzico di sale ed abbondante salsa shoyu (salsa di soia) finché la salsa non è stata di mio gradimento. La faccenda del pane e tutto il resto la sapete già. Aggiungo solo che il resto del vasetto l'ha mangiato anche il Pulce e perfino mio marito, che notoriamente non sopporta la soia.

Finisco un po' fuori tema, ma avrei un momento light da regalare alla signora S. di Danno, appena scaricato dalla macchina foto.

Al mare
in ottobre
si respira


Ed ora, mi dovete scusare, devo andare. Francesca mi ha regalato un biglietto del treno per il cielo..

Il Pulce preferisce un altro mezzo..

11 commenti:

  1. adoro questo genere di cremine!

    RispondiElimina
  2. vale come momento light? ;-)

    RispondiElimina
  3. inizio a mettere a bagno la soia! :)

    RispondiElimina
  4. MMM mi sembra buona e facile da fare :PERFETTA!

    RispondiElimina
  5. @ Mamma C: beccata! Anche tu un raptus salutista? ;-)

    @ Elisabetta: la provi? :-)

    @ DanieleDG: devi vedere le altre.. una giornata eccezionale, il Pulce scatenato perché non si aspettava di fare merenda al mare. Tanto rimpianto di non avere una macchina migliore. Poi consolazione perché sennò non mi sarei goduta il momento temendo di rovinarla tra la sabbia e gli schizzi! ;-)

    RispondiElimina
  6. beh dev'esser stata sicuramente buonissima!!!

    RispondiElimina
  7. ...e te la sei magnata tutta!!! ma lo sai che mi incuriosisci con questa salsina? se poi l'ha mangiata pure tuo marito...beh, da provare! baci

    RispondiElimina
  8. @ worldwidemom: diciamo che.. i fagioli di soia gialla non so mai come cucinarli! ;-)

    @ mammasorriso: più che altro ho aspettato troppo a fotografarla, tutti ci hanno messo del loro ed io ho dato la stoccata finale..
    Ne ho regalato un vasetto andando a pranzo da amici ed è stata molto gradita anche lì, soprattutto dai bambini.. forse perché non ha sapori troppo forti come l'aglio che non piacciono a tutti.. eppure l'hommos è così buona! ;-)

    RispondiElimina
  9. Grazie di questo post! Mi segno tutto, anche il link a quel sito che non conoscevo, mi sembra molto chiaro.

    RispondiElimina
  10. @ Monica mimangioallergia: prego. L'ho rifatta stasera (scongelando il vasetto di soia avanzato) e confermo che è rapidissima e il Pulce l'ha mangiata di nuovo (di solito è piuttosto selettivo, il personaggio)

    RispondiElimina

I commenti che mi lasci restano qui, arricchendo il post e questo spazio di condivisione

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...